Castelfrigo: accordo,Cgil rimuove blocco

Al quarto giorno di blocco delle merci è accordo alla Castelfrigo, al centro di una complessa vertenza dopo i 127 licenziati dalle due 'finte' coop di lavorazione carni in appalto. Lo rendono noto sia la Regione Emilia-Romagna che Flai e Cgil regionali. In una lettera all'assessore alle Attività produttive Palma Costi, la Castelfrigo comunica che "da sabato 10 febbraio - fa sapere la Regione - saranno inseriti in azienda solo persone provenienti dal bacino di lavoratori oggetto della procedura di licenziamento collettivo conseguente alla cessazione degli appalti, ripristinando" le condizioni di organico al 2 febbraio. La Regione ha infatti convocato l'azienda chiedendo e ottenendo il rispetto dell'accordo del 29 dicembre, precedente alla scelta unilaterale di Castelfrigo nelle ultime assunzioni che aveva provocato il blocco merci: "Venendo meno le ragioni dell'inasprimento della lotta - spiegano Cgil e Flai - si mantiene il presidio, si sbloccano le merci" e si lavora alla "ricollocazione dei lavoratori".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Il Resto del Carlino
  2. Bologna 2000
  3. Bologna 2000
  4. Bologna 2000
  5. Bologna 2000

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Bentivoglio

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...